Salvate a Belvedere una ventina di tartarughe caretta

Carlomagno Jeep Renegade Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

“È la sensibilità, l’amore per la vita della gente calabrese che ha permesso a queste bellissime tartarughe caretta caretta di nascere e di trovare la via del mare. E’ la Calabria che abbiamo nel cuore”. È quanto ha affermato l’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, nell’apprendere che durante la notte del 22 agosto alcuni abitanti di Belvedere Marittimo hanno salvato più di 20 piccoli esemplari di tartaruga caretta caretta.

“L’assessore, appresa la notizia – è detto in un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale – ha coinvolto il sindaco Vincenzo Cascini il quale è intervenuto in modo tempestivo per fare isolare la zona. Le tartarughe attratte dalle luci bianche delle case, hanno risalito la spiaggia invece di direzionarsi verso il mare arrivando fino ai giardini delle case e sulla strada.

Il salvataggio è stato possibile grazie anche all’intervento del sig. Luigi Leonetti che ha prontamente chiamato la Guardia costiera di Cetraro che come da protocollo, ha avvertito il Centro Recupero Tartarughe Marine M.A.R.E. Calabria, referente per il territorio.

Giunto sul posto il personale del Centro Recupero, con la dottoressa Stefania Giglio, ha messo in sicurezza l’area di nidificazione e dato indicazioni sul comportamento da adottare.

Sul luogo sono intervenute pure le associazioni competenti alla tutela e conservazione delle camere di nidificazione fino alla schiusa delle uova. Il prezioso intervento dei cittadini, della Capitaneria di Porto di Cetraro, del Comune di Belvedere e delle associazioni ha consentito la sopravvivenza degli animali”.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb