Incidente aereo nel Cosentino, le vittime erano di Vercelli

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Da sinistra Roberto Savio e Tonino Greppi, le due vittime piemontesi dell’incidente aereo in Calabria

Sono due turisti piemontesi le vittime del drammatico incidente aereo avvenuto stamani a Cassano allo Jonio, in provincia di Cosenza.

Si tratta di Tonino Greppi e Roberto Savio, coetanei sessantaseienni, entrambi piloti esperti e soci dell’Areo Club di Vercelli.

I due uomini erano a bordo di un aereo da turismo di proprietà del club vercellese, quando per cause che stabilirà l’inchiesta della Procura di Castrovillari, è precipitato nei pressi di un aranceto.

Da quanto trapela, i due piloti sarebbero partiti domenica da Vercelli arrivati fino a Sibari, dove avrebbero trascorso qualche giorno di relax.

Stamane sembra avessero fatto rifornimento di carburante nell’aviosuperficie Sibari Fly per poi ripartire in direzione Vercelli, ma dopo il decollo qualcosa è andato storto e il velivolo è precipitato, per poi andare in fiamme. Per Savio e Greppi purtroppo non c’è stato nulla da fare, sono morti sul colpo nel violento impatto col suolo e poi trovati carbonizzati tra i rottami dell’ultraleggero.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB