Tenta di lanciare la compagna dal balcone, arrestato per tentato omicidio

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Avrebbe tentato di lanciare dal balcone la compagna, senza riuscirvi solo per la reazione della donna che si è aggrappata alla ringhiera. Con l’accusa di tentato omicidio e lesioni, agenti della Squadra mobile hanno arrestato e posto ai domiciliari un 33enne di Altomonte, F.G., in esecuzione di un provvedimento del gip di Castrovillari. L’uomo è accusato anche di maltrattamenti in famiglia, violenza privata e danneggiamento.

In particolare, dalle indagini sarebbe emerso come l’uomo avesse posto in essere ripetute minacce e violenze, scaturite da una ossessiva gelosia, nei confronti della compagna, la quale, il 29 agosto scorso, dopo una nottata di soprusi è riuscita a contattare una sua parente per farsi accompagnare al Pronto soccorso dell’ospedale di Cosenza. Qui, vista la tipologia di lesioni riscontrate, è stata sentita dagli investigatori della Squadra mobile che, dopo avere tranquillizzato la vittima e averne superato l’iniziale reticenza dovuta al timore di altre possibili conseguenze, con pazienza e accuratezza hanno ricostruito l’accaduto.

Dalle indagini sarebbe emerso che l’uomo, dopo aver minacciato di morte la compagna, l’ha bloccava sul balcone della propria abitazione e, dopo avere lanciato un masso sull’auto della donna distruggendone il tettuccio, ha tentato di gettarla nel vuoto senza riuscirvi perché la donna è riuscita ad aggrapparsi con un piede e con le mani alla ringhiera. Le minacce, però, sarebbero proseguite per tutta la notte, fino a quando la donna è riuscita a riprendere il proprio cellulare e a contattare una parente.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB