Nominato il nuovo direttore del Parco archeologico di Sibari

Carlomagno Jeep Renegade Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Il ministero dei Beni culturali ha nominato il nuovo direttore del Parco archeologico di Sibari. Si tratta di Filippo Demma, archeologo del Mibact con responsabilità direttive presso il Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

Demma fa parte dei 13 nuovi direttori di musei, parchi archeologici e biblioteche selezionati da una commissione presieduta dal direttore del museo Egizio di Torino e composta dai direttori della National Gallery di Londra, del Prado di Madrid e da esperti di chiara fama.

“I musei italiani – ha sostenuto il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini annunciando le nomine – sono cambiati profondamente in questi anni fino a diventare un’eccellenza, un modello positivo e riconosciuto nel mondo perché a guidarli sono andate le persone giuste attraverso rigorose selezioni internazionali”.

Demma, “di elevato livello professionale e scientifico – è scritto in una nota – vanta una rilevante attività di ricerca di ricerca di alta qualità in ambito archeologico nonché una variegata esperienza nell’ambito della tutela, gestione e restauro dei monumenti con particolare riferimento ai siti archeologici anche subacquei”.

Uno dei siti più estesi ed importanti del Mediterraneo di età arcaica e classica, Sibari testimonia la stratificazione di tre diverse civiltà: dapprima colonia achea fondata nel 720 a.C. fino alla distruzione nel 510 a.C. per mano dei crotonesi, poi centro ellenistico e successivamente insediamento romano fino al definitivo abbandono nel VII sec. d.C. in seguito all’impaludamento dell’area.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb