Giro d’Italia, Nibali all’arrivo a Camigliatello: “Tappa insidiosa”

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Vincenzo Nibali a Camigliatello Silano (Ansa)

“E’ stata una tappa molto particolare e insidiosa, secondo le aspettative. Non semplice da interpretare, esigente, anche dal punto di vista della concentrazione. Soprattutto nel finale”. E’ la foto della quinta frazione del 103° Giro d’Italia di ciclismo, fatta da Vincenzo Nibali, dopo l’arrivo a Camigliatello Silano (Cosenza).

Il messinese è 5° nella classifica generale, a circa 1′ dalla maglia rosa di Joao Almeida. “Come squadra abbiamo deciso di provare ad alzare il ritmo sull’ultima salita, poi abbiamo visto che non c’era terreno per una vera selezione”.

“Ho preferito – spiega i ciclista messinese – fare la discesa in testa per precauzione, non sapevo quanto poteva essere pericoloso l’asfalto viscido e ho voluto evitare rischi”. “E’ positivo che ci siamo messi alle spalle senza intoppi una tappa potenzialmente pericolosa, anche se la caduta di ieri, e il successivo ritiro di Pieter Weening, proprio non ci volevano”.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB