Serie B, Cosenza Brescia 1-2. Occhiuzzi: “Facciamo azioni ma non concretizziamo”

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Il Cosenza è stato battuto al Marulla dal Brescia per 1-2 in una gara tutta da rivedere in occasione del primo gol degli ospiti che in pieno recupero del primo tempo hanno approfittato del ‘blocco’ della squadra cosentina con Baez rimasto dolorante a terra dopo un duro scontro. L’arbitro fa proseguire e Dessena porta in vantaggio le rondinelle con un colpo di testa. Dure proteste dei rossoblù e squadre negli spogliatoi.

La seconda rete dei bresciani arriva al 15′ della ripresa con Jagiello. Al 27′ il Cosenza accorcia le distanze grazie a un bel gol di Bahlouli. al 41′ Carretta va a pochissimi centimetri dal gol del pari. A 42′ viene espulso dalla panchina il difensore rossoblù Ingrosso per proteste. Qualche minuto più tardi altra grande chance per i padroni di casa, Bahlouli manda alto da posizione favorevolissima. Allo scadere Baez è solo di fronte a Joronen ma si fa rimontare da un difensore ospite e la conclusione viene deviata in corner.

I Lupi escono battuti immeritatamente dal San Vito-Marulla e i tre punti vanno tutti ad un Brescia che ha faticano non poco a conquistarli. Resta la delusione per tifosi rossoblù e squadra.

L’amarezza di Occhiuzzi: “Facciamo buon gioco ma non concretizziamo”
Nel post gara mister Occhiuzzi ha dichiarato: “C’è l’amaro in bocca per come è finita. Disputata una buona gara, siamo arrivati diverse volte nella loro area, abbiamo subito solamente due ripartenze. La squadra – spiega – non si è disunita nemmeno dopo il doppio vantaggio. Non riusciamo a concretizzare, bisogna attaccare meglio gli spazi. Manca questo step, stiamo lavorando per raggiungerlo. Fa rabbia perdere una partita del genere. Non mi piace parlare di fortuna o sfortuna, ho la testa dura e so che devo lavorare per dare quello che manca alla squadra. Se giochiamo questo calcio e non vinciamo significa che dobbiamo fare qualcosa in più. La continuità del gioco c’è stata, basta guardare la nostra percentuale di possesso palla. Analizziamo il perché costruiamo tutta questa mole di gioco e poi non riusciamo a concretizzare. Manca l’accelerazione finale al ridosso dell’area di rigore avversaria. Bahlouli è stato in ballottaggio per giocare dall’inizio fino a pochi minuti dalla gara. Rispetto l’opinione di tutti ma dal mio punto di vista non penso sia stato un brutto Cosenza. Borrelli cresce settimana dopo settimana, oggi si è meritato una maglia da titolare. Col senno del poi rifarei le stesse scelte. Nella prima frazione siamo rimasti costantemente nella metà campo ospite prendendo gol solo su una ripartenza. Dobbiamo crescere in cattiveria”

COSENZA: Falcone; Tiritiello, Idda, Legittimo; Bittante, Kone (19′ st Sciaudone), Bruccini, Vera (19′ st Bahlouli); Baez; Carretta, Borrelli (12′ st Sacko). A disposizione: Matosevic, Corsi, Petre, Bouah, Schiavi, Ingrosso, Sueva. All. Occhiuzzi.

BRESCIA: Joronen; Sabelli, Chancellor, Papetti, Mangraviti; Dessena, Labojko, Ndoj (26′ pt Bisoli); Jagiello (36′ st Torregrossa), Spalek (26′ st Ragusa); Ayé. A disposizione: Kotnik, van de Looi, Donnarumma, Ghezzi, Skrabb, Verzeni. All. Lopez.

ARBITRO: Manuel Volpi di Arezzo (Mastrodonato – Perrotti). IV UOMO: Daniele Rutella di Enna.

MARCATORE: 46′ pt Dessena (B), 15′ st Jagiello (B), 27′ st Bahlouli (C).

NOTE: Giornata quasi primaverile con cielo soleggiato e temperatura di 19°C. Terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: 29′ pt Tiritiello (C), 1′ st Baez (C), 32′ st Joronen (B), 37′ st Bruccini (C), 38′ st Torregrossa (B). Espulso: al 42′ st dalla panchina Ingrosso (C). Angoli: 6-5 (pt 1-5). Recupero: 2′ + 1′ pt; 4′ st.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB