Tamponi Covid, blitz dei carabinieri del Nas all’ospedale di Cosenza

L'ispezione dei carabinieri è stata disposta dalla Procura della Repubblica di Cosenza che ha avviato un'indagine che mira ad accertare i tempi di lavorazione e, di conseguenza, di consegna dei referti, ma anche a verificare l'adozione dei piani Covid da parte dell'Asp. Si indaga pure sui costi

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Archivio

I carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Cosenza sono entrati stamani nel laboratorio dell’Azienda ospedaliera dell’Annunziata dove vengono processati i tamponi per attestare il coronavirus.

L’ispezione dei militari mira ad accertare i tempi necessari per processare i tamponi ed eventualmente rilevare criticità nelle procedure. I militari del Nas sono andati anche negli uffici della task force dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

L’ispezione dei carabinieri è stata disposta dalla Procura della Repubblica di Cosenza che ha avviato un’indagine conoscitiva che mira ad accertare i tempi di lavorazione e, di conseguenza, di consegna dei referti, ma anche a verificare l’adozione dei piani Covid da parte dell’Asp e dell’Azienda ospedaliera.

Sono in corso accertamenti anche sui costi dei tamponi nei laboratori privati che si aggirano, da quanto appreso, sui oltre i 50 euro a test.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM