Tamponi Covid, blitz dei carabinieri del Nas all’ospedale di Cosenza

L'ispezione dei carabinieri è stata disposta dalla Procura della Repubblica di Cosenza che ha avviato un'indagine che mira ad accertare i tempi di lavorazione e, di conseguenza, di consegna dei referti, ma anche a verificare l'adozione dei piani Covid da parte dell'Asp. Si indaga pure sui costi

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Archivio

I carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Cosenza sono entrati stamani nel laboratorio dell’Azienda ospedaliera dell’Annunziata dove vengono processati i tamponi per attestare il coronavirus.

L’ispezione dei militari mira ad accertare i tempi necessari per processare i tamponi ed eventualmente rilevare criticità nelle procedure. I militari del Nas sono andati anche negli uffici della task force dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

L’ispezione dei carabinieri è stata disposta dalla Procura della Repubblica di Cosenza che ha avviato un’indagine conoscitiva che mira ad accertare i tempi di lavorazione e, di conseguenza, di consegna dei referti, ma anche a verificare l’adozione dei piani Covid da parte dell’Asp e dell’Azienda ospedaliera.

Sono in corso accertamenti anche sui costi dei tamponi nei laboratori privati che si aggirano, da quanto appreso, sui oltre i 50 euro a test.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB