In fiamme uno stabilimento balneare a Scalea, non si esclude il dolo


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Un incendio sulle cui cause sono in corso accertamenti, ma non si esclude la matrice dolosa, ha completamente distrutto alle prime luci dell’alba, uno stabilimento balneare di Scalea. Il fatto è avvenuto in via Ruggero Lauria della località turistica dell’Alto Tirreno cosentino.

Le fiamme hanno mandato in fumo la struttura in legno e lamierato che, al momento, era deserta. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Scalea con il supporto di un’autobotte per rifornimento idrico. L’attività degli operatori è valsa prima a circoscrivere e poi ad estinguere l’incendio.

Intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Scalea che hanno avviato gli accertamenti per tentare di risalire all’origine del rogo che ha provocato seri danni alla struttura turistica.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER