Regionali in Calabria, accordo tra de Magistris e Tansi

Pronte sei liste. Secondo l'intesa, inoltre, in caso di vittoria, Tansi assumerà la carica di Presidente del Consiglio regionale. L'ex pm: "Un giorno importante per la Calabria. Vogliamo rompere il sistema"

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Da sinistra Luigi de Magistris e Carlo Tansi (Ansa)

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, e Carlo Tansi, fondatore del movimento “Tesoro Calabria”, hanno raggiunto l’accordo per la candidatura dell’ex pm alla presidenza della Regione Calabria. Lo hanno annunciato gli stessi de Magistris e Tansi nel corso di una conferenza stampa a Cosenza.

“Oggi – ha detto de Magistris – è un giorno importante per la Calabria perché facciamo un passo in avanti. I calabresi sanno che votando noi avranno un’alternativa come momento di rottura del sistema e capacità di governo. Questa non è una crociata contro i partiti ma una seria alternativa a ciò che è stato fino ad oggi. Si tratta di rompere il sistema e da oggi lavoreremo per allargare la coalizione. I finanziamenti che arriveranno in Calabria serviranno a determinare il futuro di questa terra per i prossimi 40 anni”.

L’ex pm di Catanzaro e attuale primo cittadino di Napoli ha detto di avere già due liste pronte, mentre Tansi ne ha tre più una quarta in fase di completamento.

Secondo l’accordo, inoltre, in caso di vittoria, Tansi assumerà la carica di Presidente del Consiglio regionale. “Si tratta di una coalizione – ha detto Carlo Tansi – che spariglia tutti i giochi. Un lavoro di squadra che abbandona i personalismi. E’ il cambiamento che ci chiedono i calabresi. Noi rappresentiamo un momento di rottura, un po’ come Coppi e Bartali che si scambiano la borraccia”.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM