Cadavere di un trentenne ritrovato al largo di Scalea


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Il corpo di un giovane di 30 anni, Daniele Sollazzo, di Scalea, è stato trovato morto all’alba di stamane al largo della costa dell’alto Tirreno cosentino. Da quanto si è appreso, la scomparsa era stata denunciata ieri sera dai familiari dopo aver ricevuto dall’uomo una telefonata in cui avrebbe annunciato le sue tragiche intenzioni.

Scattate le ricerche, intorno alle 3 di questa notte, i Vigili del fuoco del Comando provinciale di Cosenza, coi colleghi di Scalea, hanno rinvenuto i vestiti di Sollazzo in spiaggia nei pressi del camping il Gabbiano.

All’alba di stamane è intervenuto un elicottero dei Vigili di Salerno con i sommozzatori che hanno rinvenuto il corpo senza vita del trentenne a circa un chilometro più a nord di Scalea, a circa 150 metri dalla riva. Sul posto erano presenti anche i carabinieri.

La salma è stata recuperata dalle squadre dei vigili cosentini e consegnata ad una motovedetta della Capitaneria di Porto di Cetraro, dove il cadavere è stato trasportato per gli eventuali accertamenti da parte delle autorità competenti. Ignoti sono i motivi del gesto del giovane.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM