Sequestrato depuratore nel cosentino, denunciato sindaco


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

I carabinieri forestale hanno sequestrato il depuratore delle acque reflue di Mongrassano e denunciato il sindaco e l’amministratore della ditta che gestisce l’impianto per attività di gestione non autorizzata di rifiuti speciali e scarico al suolo senza autorizzazione.

Nel corso di un controllo nella struttura ubicata nel centro urbano in località “La Benedetta”, i militari hanno accertato il non corretto funzionamento dell’impianto.

In particolare è stato rilevato lo sversamento di fanghi non trattati e smaltiti direttamente sul suolo agricolo. I sigilli sono stati apposti al depuratore, compresa l’intera area su cui insiste, e alla condotta fino allo scarico sul suolo. Per la mancata autorizzazione allo scarico è stata elevata una sanzione amministrativa.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM