Due giovani del Cosentino muoiono dopo il vaccino anti-Covid. “Nessun nesso”

Si tratta di una ragazza di 25 anni e un uomo di 39 di Acri, centro in provincia di Cosenza. Deceduti a causa di un improvviso arresto cardiaco. Altre coincidenze?


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Una ragazza di 25 anni e un uomo di 39 sono deceduti improvvisamente ad Acri, centro in provincia di Cosenza, a causa di un arresto cardiaco. I decessi sono avvenuti pochi giorni fa.

La notizia è riportata da alcuni media locali online in cui si legge che i due giovani “si erano sottoposti alla vaccinazione con il siero Astrazeneca”, recentemente al centro di un blocco in Italia e in Ue per le gravi reazioni avverse registrate. Poi l’Ema l’ha reimmesso in commercio liquidando le morti sospette come “non correlate” alle iniezioni.

Sulle due morti sospette sono state avviate indagini. Probabilmente, come diversi altri casi, si tratta di altre coincidenze. I decessi, si apprende, “non hanno alcun nesso con il vaccino”. I due giovani prima di farsi l’iniezione godevano di ottima salute.

Leggi anche: In aumento le reazioni avverse, anche gravi. I 4 vaccini a confronto (coi grafici dell’Eudrovigilance)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM