Sparano con una scacciacani, nei guai due ragazzini


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Due ragazzini di 13 e 14 anni sono stati sorpresi ieri sera, nell’area del cimitero di Marzi (Cosenza), a sparare con una scacciacani. Ad avvisare i carabinieri è stata una telefonata al 112 che segnalava diversi colpi di arma da fuoco uditi nella zona.

Giunti sul posto, i militari hanno individuato i due ragazzini, che in un primo momento hanno cercato di darsi alla fuga, ma sono stati immediatamente fermati. Portati in caserma, i ragazzini sono stati identificati e segnalati alla Procura della Repubblica per i minorenni per porto abusivo di armi.

A loro discolpa hanno raccontato di aver voluto sparare per festeggiare la vittoria della Nazionale agli Europei di calcio, esplodendo quattordici colpi. I carabinieri hanno sequestrato l’arma e il relativo munizionamento, e due coltelli trovati in possesso dei giovani.

Avvisate le famiglie, i ragazzini affidati ai rispettivi genitori, già noti alle forze dell’ordine. Nessuno ha saputo fornire una spiegazione sul comportamento dei figli e sulla provenienza delle armi.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM