Elezioni a Cosenza, Caruso: “Proseguire la formidabile primavera della Città”

Le dichiarazioni dell'attuale vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici a palazzo dei Bruzi, in merito all'ufficialità della sua candidatura a Sindaco della città di Cosenza per lo schieramento di Centrodestra unito

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Francesco Caruso, candidato a sindaco di Cosenza per il centrodestra alle elezioni comunali del 3-4 ottobre 2021

“Mi onora profondamente e mi riempie d’orgoglio l’investitura unitaria delle forze politiche del centrodestra per la candidatura a Sindaco della mia amata Cosenza”. Lo afferma Francesco Caruso, attuale vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici nella Giunta Occhiuto, all’indomani dell’investitura
ufficiale da parte del centrodestra unito nella corsa alla prima carica della città dei Bruzi.

“Tale scelta, per me – prosegue Francesco Caruso – rappresenta anche una gratificazione, un riconoscimento dell’impegno profuso con intensa passione politica, oltre che della qualità del lavoro svolto in seno all’attuale amministrazione. È evidente che la scelta dei partiti riflette prima di ogni altra cosa un dato essenziale: la convinzione, ferma e unanimemente condivisa, che il progetto
vincente per la competizione elettorale e per la città di Cosenza è un progetto di continuità con l’amministrazione di questi ultimi dieci anni guidata da Mario Occhiuto. Sono onorato e compiaciuto che i partiti della coalizione abbiano riconosciuto in me la figura che meglio può garantire prosecuzione all’attuazione di un percorso di crescita ed evoluzione urbana, individuandomi come un candidato
unitario che, anche in forza di una veste civica, può essere in grado non solo di assicurare sintesi e convergenza delle varie anime, ma anche di aggregare e attirare consenso coinvolgendo il contesto più
propriamente politico e quello più ampio dei variegati settori della società civile.

Esprimo il mio sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno inteso riporre nella mia persona una così grande fiducia e tante importanti aspettative, che mi lusingano e, al tempo stesso, mi caricano di senso di responsabilità con riguardo all’impegnativo compito che mi attende. D’altra parte, mi dà serenità la consapevolezza che le forze della coalizione abbiano scelto con scrupolosa attenzione le migliori figure per affrontare compatti la delicata sfida delle amministrative in tanti comuni d’Italia e, al contempo, mi dà forza il convinto gradimento del futuro Governatore della Calabria, Roberto Occhiuto, ansioso di creare tutte le condizioni per favorire una virtuosa e proficua sinergia tra l’ente Regione e la sua Cosenza”.

Una speciale gratitudine, poi, Francesco Caruso tiene a rivolgerla a Mario Occhiuto: “Ciò che mi infonde maggior coraggio e sicurezza – sottolinea – è il fatto che proprio l’attuale Sindaco, primo artefice della nostra positiva rivoluzione urbana, il quale si appresta a trasferire un importante testimone, mi ritiene all’altezza del gravoso compito di proseguire questa preziosa opera di rinnovamento nel solco della continuità. Sono stato con lui fianco a fianco quotidianamente in questi anni per me meravigliosi e ho potuto constatare una cosa in particolare: le finalità sottese ad ogni sua scelta sono sempre volte al bene della città e alla risoluzione dei problemi e giammai ad assecondare logiche di vicinanza e di clientela. Forte di tali certezze e avvezzo a sopportare il peso di importanti eredità politiche, sono pronto ad affrontare la sfida alla guida di una grande coalizione”.

Una scelta, quella di Francesco Caruso, maturata grazie all’esperienza acquisita: “Ho deciso, dieci anni orsono – spiega – di intraprendere un percorso di vita politica attiva che mi ha dato modo
di perpetuare il sentimento d’amore che lega il nome della mia famiglia alla città di Cosenza. Ispirandomi al carattere più autentico della politica, al senso di umanità e allo stile e signorilità che ho conosciuto fin da bambino, ero (e sono tuttora) animato dalla convinzione che è sempre possibile fornire una risposta alla domanda di innovazione, di sostanziale cambiamento dei sistemi che governano la nostra società: cambiamento, proiezione con slancio verso il futuro e un forte radicamento nella tradizione, nel sentimento identitario, nei comuni valori vissuti con concretezza e trasmessi da coloro che ci hanno preceduto. Ho avuto la grande opportunità di lavorare per la crescita della mia città, insieme al Sindaco, ai colleghi di Giunta e ai preziosi Consiglieri Comunali, con passione e abnegazione. Pur ereditando una situazione dei conti che appariva fin dall’inizio gravemente compromessa, abbiamo attuato la politica del fare, puntando soprattutto sulla rigenerazione urbana,
intesa non solo come riqualificazione fisica ma come generale applicazione alla vita della città, dei principi che declinano la sostenibilità in ogni sua forma. Abbiamo quindi ripensato l’idea stessa di città, aprendo Cosenza verso un futuro ispirato alla sostenibilità, alla socialità e all’innovazione urbanistica. La correlazione tra rigenerazione e aumento della qualità di vita ha prodotto effetti positivi, alimentato nuovi fattori di sviluppo sostenibile nel campo culturale, turistico, commerciale e sociale: la città è diventata competitiva perché sempre più attrattiva. Siamo riusciti a mettere il segno ‘più’ in ogni aspetto che riguarda la vita urbana, attirando prestigiosi riconoscimenti e dimostrando al paese che anche una città del mezzogiorno, se si opera bene, può evolvere uscendo dalla stasi e dal torpore. Personalmente, ho profuso il mio impegno ricercando un connubio associativo tra il prestigio del nome che porto con orgoglio, la tutela di un patrimonio valoriale e l’affermazione di capacità e qualità personali che ho inteso mettere al servizio della mia città. Oggi arriva a gratificarmi questa importante investitura unitaria. Col bagaglio di dieci anni di esperienza politica e amministrativa, che ci ha consentito di conoscere a fondo ogni ambito della complicata macchina comunale, proseguiremo il cammino lungo un solco tracciato con profondo amore per la città, coraggio delle proprie azioni, senso di responsabilità e competenza di gestione. Cosenza non può e non
deve fare passi indietro: vincere diventa un imperativo e un obbligo morale ineludibile per il futuro della nostra area urbana. I cosentini meritano di essere sempre più orgogliosi della propria città. Per
ottenere il risultato, è necessario garantire unità e compattezza di tutte le forze che condividono il progetto, da quelle di partito a quelle della società civile. Da parte di tutti, siamo certi, ci sarà
convinta adesione e lealtà. Peraltro, sono convinto che ci siano tanti cittadini, espressione della parte più sana della nostra società, che vogliono ancora sognare, mettersi in gioco, apportare il proprio contributo alla cosa pubblica in termini di idee e di impegno. A tutti loro rivolgo un appello volto alla partecipazione e al coinvolgimento in ogni fase di questo percorso, a partire da quella elettorale: recuperiamo la forza dell’idealità e la volontà di incidere sulle cose, pur nel pragmatismo necessario per risolvere i problemi. Sono certo – conclude Francesco Caruso – che all’esito delle prossime amministrative, dopo una torrida estate non arriverà l’autunno ma continuerà la formidabile primavera della città di Cosenza”.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM