Pascolo bestiame su terreni incendiati, 5 indagati tra cui un sindaco

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Archivio

Il sindaco di Terravecchia Mauro Santoro, il comandante della Polizia municipale e un tecnico dello stesso Comune ed altre due persone, sono indagati, a vario titolo, per occupazione e pascolo abusivo su terreni bruciati e abuso d’atti d’ufficio. I carabinieri forestali di Rossano, nei giorni scorsi, hanno notificato ai 5 un avviso di conclusione indagini emesso dal sostituto procuratore della Repubblica di Castrovillari Valentina Draetta.

Il provvedimento giunge a conclusione di un’indagine avviata dopo un incendio avvenuto nell’estate del 2020 in località “Littireno-Afra” del Comune di Terravecchia. I carabinieri forestali di Rossano avrebbero accertato l’illecita occupazione di una superficie boschiva di 58 ettari di proprietà del Comune di Terravecchia recintata abusivamente per lo stazionamento e il pascolo di bovini.

Un’attività illegale, secondo l’accusa, perché sui terreni percorsi da incendio questa è vietata per diversi anni e gli incendi che hanno interessato tale zona risalgono allo scorso anno e al 2017, Inoltre i Comuni hanno l’obbligo di aggiornare il catasto degli incendi che vincola proprio le superfici interessate dalle fiamme.

Le indagini, invece, avrebbero evidenziato diverse omissioni da parte degli amministratori i quali, pur consapevoli dell’attività messa in atto da due proprietari di aziende zootecniche del luogo, non avrebbero provveduto a denunciare alle autorità competenti il pascolo abusivo evitando peraltro di far smantellare la recinzione realizzata senza autorizzazione. (ANSA)

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM