Fanghi e melma dal depuratore di Fuscaldo finiscono in mare


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Fanghi e melma che dal depuratore di Fuscaldo (Cosenza) finiscono nel Tirreno. A lanciare l’allarme è l’associazione “Mare Pulito – Salviamo il Tirreno cosentino”, tramite la propria pagina Facebook.

Le immagini che l’associazione posta sui social mostrano “uno scenario simile a una palude con fanghi e melma provenienti dal depuratore, che – è riportato nel post Facebook – spesso in condizioni di pioggia e maggiore pressione antropica scarica impropriamente liquami nel torrente Maddalena e, quindi, in mare”.

Da qui parte l’invito dell’associazione cosentina ad un repentino intervento del presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto, del sindaco di Fuscaldo Giacomo Middea e dell’assessore con delega all’ambiente Innocenzo Scarlato.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER