Sanità in Calabria, colonnello CC Bortoletti nominato subcommissario


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
il colonello Maurizio Bortoletti

“Il Consiglio dei Ministri ha nominato il colonnello dei carabinieri Maurizio Bortoletti subcommissario per l’attuazione del Piano di rientro dai disavanzi del Servizio sanitario della Regione Calabria, con il compito di affiancarmi nella predisposizione dei provvedimenti da assumere in esecuzione dell’incarico commissariale”. Lo afferma, in una nota, il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, Commissario della Sanità calabrese.

L’esecutivo ha nominato il primo dei vice del commissario-presidente Occhiuto dopo le dimissioni dei due subcommissari alla Sanità calabrese, Michele Ametta e Angelo Pellicanò, che erano a supporto del prefetto Guido Longo, sostituito dal presidente di regione.

“Ringrazio il Governo, e in particolare i ministri Franco e Speranza – aggiunge Occhiuto – per avere accolto questa mia proposta e per la celerità con la quale ha provveduto a questa designazione. E ringrazio Bortoletti per avere accettato una sfida difficile e complicata, ma appassionante. Quello con Bortoletti è stato uno dei primi incontri, fatti a Milano, dopo il successo elettorale del 3 e 4 ottobre. Da settimane mi sto confrontando con lui in merito alle urgenze della sanità in Calabria, su come risanare il debito, su come recuperare il deficit e, soprattutto, su come aumentare la qualità delle prestazioni per i calabresi”.

“Sono certo – dice ancora il presidente Occhiuto – che con la sua grande esperienza, considerato che Bortoletti ha collaborato con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con diversi Ministeri e da Commissario straordinario è riuscito a risanare l’Asl di Salerno, darà un contributo determinante per risolvere questi problemi. Benvenuto nella squadra e buon lavoro”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER