Maltempo, a Cosenza scuole chiuse anche sabato 27 novembre

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

fulmini

Tutte le scuole pubbliche e private di ogni ordine e grado presenti nel territorio comunale di Cosenza resteranno chiuse anche nella giornata di domani, sabato 27 novembre.

Lo ha disposto il Sindaco Franz Caruso, nella sua qualità di autorità territoriale di protezione civile, con una nuova ordinanza emanata a seguito di una nuova comunicazione del Dipartimento di Protezione civile della Regione Calabria, con la quale, in fase previsionale, si è portato a conoscenza del Comune che la situazione di allerta meteo rossa si protrarrà fino alle ore 24,00 di sabato 27 novembre.

Nel provvedimento di chiusura delle scuole rientrano anche il Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio”, nonché i servizi socio educativi per la prima infanzia – fino a 36 mesi di età – con inclusione delle ludoteche, presenti nel territorio del Comune di Cosenza.

Come in quello adottato ieri, anche il nuovo provvedimento del Sindaco Franz Caruso è motivato con la situazione di pericolo per l’incolumità di persone e cose che potrebbe derivare dalla criticità rappresentata dall’allerta meteo rossa e con l’esigenza di adottare misure precauzionali a tutela della pubblica incolumità.

L’ordinanza di chiusura delle scuole si è resa necessaria per far sì che le strade, durante gli eventi meteo avversi, rimangano, per quanto possibile, libere dal traffico, al fine di agevolare gli eventuali soccorsi ed aiuti ed anche in considerazione dell’esigenza di limitare gli spostamenti di persone e veicoli nel territorio cittadino, atteso, inoltre, che lo spostamento degli studenti, per raggiungere i plessi scolastici, pubblici e privati, nonché il Conservatorio di musica, determinerebbe una circolazione molto intensa in condizioni di viabilità non ottimali.

Ilnuovo messaggio di allerta meteo è stato comunicato al Comune di Cosenza dalla Sala Operativa della Protezione civile regionale. Nella comunicazione si prevede un livello di allertamento codice rosso che si protrarrà fino alle ore 24,00 di domani, sabato 27 novembre, e comunque fino a cessate esigenze.

Il quadro previsionale tracciato dalla Protezione civile regionale e reso noto dalla dirigente della Protezione civile comunale, ing. Antonella Rino, fa riferimento a piogge diffuse e temporali sparsi, anche a carattere di rovescio, di forte intensità. I fenomeni saranno accompagnati da frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Rimane attivato, per decisione del Sindaco Franz Caruso e dell’Amministrazione comunale, con l’Assessore alla protezione civile Veronica Buffone, il Centro operativo comunale (C.O.C) fino alle ore 24,00 di sabato 27 novembre.

E’ stato, altresì, ribadito l’invito ai cittadini alla massima prudenza e richiamandosi alle raccomandazioni diffuse dalla Protezione Civile a: non mettersi in viaggio se non strettamente necessario, evitare i sottopassi, abbandonare i piani seminterrati o interrati se ubicati in zone depresse o a ridosso di fiumi, torrenti tombati o con sezioni d’alveo ristrette per cause antropiche. Nelle predette aree è consigliato di raggiungere i piani superiori, non sostare in prossimità di aree con versanti acclivi che potrebbero dare origine a colate rapide di fango e crolli di blocchi rocciosi. La situazione sarà monitorata, costantemente, dal servizio di Protezione civile comunale e dalla Polizia municipale.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER