False perizie per boss, 2 condanne e due assoluzioni


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

aula tribunale

Su chiude con due condanne e due assoluzioni il processo di primo grado davanti al Tribunale di Cosenza e legato all’inchiesta “Villa Verde” di Donnici, su presunte false perizie mediche ottenute con la connivenza, secondo l’accusa, di medici, avvocati e pubblici ufficiali per permettere ai boss di sfuggire al carcere.

Sono stati condannati il medico e legale rappresentante della clinica “Villa Verde” Luigi Arturo Ambrosio (6 anni e sei mesi di reclusione e l’interdizione dai pubblici uffici) e lo psicologo in servizio nella stessa clinica “Villa Verde” di Donnici Franco Antonio Ruffolo (5 anni e interdizione dai pubblici uffici).

Assoluti, invece, Gabriele Quattrone, medico, e Caterina Rizzo sposata con l’ex collaboratore di giustizia, Antonio Forastefano. Il pm Stefania Cardarelli al termine di una lunga requisitoria aveva chiesto la condanna di tutti e quattro gli imputati. (Ansa)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER