Scattate e diffuse foto sul docente che si è dato fuoco, l’Asp avvia indagine


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

L’azienda sanitaria di Cosenza appresa della diffusione di alcune immagini che ritraggono il 33enne che questa mattina si è dato fuoco davanti alla caserma dei carabinieri di Rende mentre viene trasportato in ospedale e curato, ha intenzione di avviare un’indagine interna per risalire agli autori della violazione della privacy e della divulgazione dell’immagine.

Una foto sarebbe stata scattata nel Pronto soccorso, dunque anche da un possibile altro paziente, mentre un’altra fotografia chiaramente dall’interno dell’autoambulanza.

Le immagini, poi, sarebbero diventate virali attraverso la condivisione tra utenti su WhatsApp. Secondo quanto si apprende, della vicenda è stato interessato il commissario dell’Asp Vincenzo La Regina che avrebbe già interloquito con i vertici dell’azienda.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER