Presunte molestie al liceo, l’Usr nomina nuovo preside


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Elena Cupello, attuale preside dell’Istituto alberghiero di Paola (Cosenza), è stata nominata dirigente reggente dell’istituto d’istruzione superiore “Valentini-Majorana” di Castrolibero. La nomina è stata decisa con decreto emesso dal direttore generale dell’Ufficio scolastico della Calabria Antonella Iunti.

L’istituto “Valentini-Majorana” è stato occupato per 15 giorni dagli studenti. Obiettivo della protesta la dirigente titolare, Iolanda Maletta, accusata dagli studenti di non avere adottato adeguati provvedimenti disciplinari a carico di un professore che si sarebbe reso responsabile di presunte molestie nei confronti di due studentesse.

Gli studenti sabato scorso avevano deciso di sospendere l’occupazione dopo avere appreso che l’Ufficio scolastico regionale aveva pubblicato il bando per la nomina del dirigente reggente dell’istituto.

Nel decreto emesso dall’Ufficio scolastico regionale si afferma che la nomina si rende necessaria per soddisfare “l’esigenza di garantire la regolare prosecuzione dell’anno scolastico”.

Elena Cupello, 62 anni, è laureata in Scienze biologiche ed abilitata alla professione di biologa. La nomina di dirigente reggente a Castrolibero rappresenta per lei un incarico aggiuntivo rispetto a quello che sta svolgendo attualmente nell’Istituto alberghiero di Paola.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER