“Scuole Sicure”, campagna antidroga dei carabinieri in un istituto di Acri

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

I Carabinieri della Compagnia di Rende, nell’ambito di un’altra campagna antidroga disposta dal comando, hanno perlustrato una scuola e qualche classe per controlli nel territorio di competenza. I militari questa volta si sono presentati nell’istituto d’istruzione superiore Ipsia-Iti di Acri, grosso centro nel cosentino.

L’iniziativa rientra nel progetto “Scuole Sicure” ed è mirata al contrasto della vendita di droga. L’obiettivo è quello di offrire “un messaggio di vicinanza e prevenzione ai giovani studenti”.

I militari, con l’ausilio di un cane antidroga, hanno trascorso una mattinata assieme ai ragazzi dell’istituto effettuando anche un servizio straordinario di controllo a largo raggio che ha riguardato parchi pubblici, piazze, zone periferiche ed altri luoghi di ritrovo dei giovani.

I controlli sono iniziati a scuola con un primo “filtraggio e controllo” all’ingresso, “finalizzato a scoraggiare l’introduzione di stupefacenti a scuola” e con “successive verifiche a campione in alcune aule durante le lezioni”. La dirigente scolastica ha accompagnato i militari durante le ispezioni.

I controlli sono stati estesi anche ad altri spazi cittadini, piazze e luoghi di ritrovo degli adolescenti. Le attività di prevenzione e contrasto, è detto nella nota dei carabinieri, proseguiranno con particolare riferimento alla vigilanza in prossimità dei plessi scolastici allo scopo di disincentivare il consumo di sostanze stupefacenti da parte dei giovanissimi.