Tentato omicidio di dicembre a Cosenza, 4 arresti


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Quattro persone sono state arrestate – due in carcere e due ai domiciliari – dai carabinieri della Compagnia di Cosenza nell’ambito delle indagini avviate a seguito di un tentativo di omicidio avvenuto, in città, nella notte tra il 3 e il 4 dicembre. Nella circostanza la vittima riuscì a evitare di essere colpito in parti vitali.

Gli arresti, nei confronti di soggetti ritenuti a vario titolo presunti responsabili di tentato omicidio e detenzione e porto illegale di armi comuni da sparo, sono stati fatti in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Gip di Cosenza su richiesta della Procura.

Dalle indagini, svolte dai militari anche sulla base di attività tecniche, è emerso che uno degli indagati nella circostanza, nel centro urbano di Cosenza, fece fuoco utilizzando un’arma contro la vittima che però riuscì a reagire con prontezza facendo deviare il colpo e venendo raggiunto prima ad una mano e poi ad una coscia.

Gli investigatori, secondo quanto riferito, hanno ricostruito il movente dell’episodio che non è stato reso noto. Non si escludono al momento ulteriori sviluppi.

Durante le perquisizione operate dai carabinieri un 34enne è stato inoltre arrestato in flagranza di reato e posto ai domiciliari con l’accusa di detenzione illecita di sostanze stupefacenti perché trovato in possesso di 858 grammi di marijuana.

Cosenza, ferito un uomo a colpi di pistola


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER