‘Ndrangheta, arrestato un latitante nel cosentino

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Stamane, a Santa Maria del Cedro (Cosenza), militari del NORM della Compagnia Carabinieri di Scalea e della locale Stazione, al termine di autonoma attività informativa, hanno localizzato all’interno del lido “Oasi” – e tratto in arresto – il catturando Umberto Pietrolungo, classe ’66 di Cetraro, elemento considerato organico alla cosca di ‘ndrangheta “Muto” operante a Cetraro e comuni limitrofi.

Umberto Pietrolungo, a marzo 2021 si era reso irreperibile a seguito dell’emissione dell’ordine di carcerazione della Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catanzaro – Ufficio Esecuzioni Penali dovendo lo stesso espiare la pena di 5 anni e 4 mesi di reclusione per il reato di tentata estorsione in concorso aggravato dal metodo e dalle finalità mafiose commesso a Tortora nel periodo gennaio – aprile 2010. L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Cosenza.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER