Picchia e minaccia la moglie invalida, allontanato da casa

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Questura di Cosenza

Nel pomeriggio di ieri, agenti della Polizia di Stato della Questura di Cosenza hanno eseguito il provvedimento di allontanamento dalla casa familiare di un cinquantenne, ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate poste in essere nei confronti della moglie invalida.

In particolare, dopo molti anni di matrimonio, il rapporto si era deteriorato anche a seguito delle malattie che avevano portato la donna ad una totale invalidità.

Il rapporto per la moglie si era trasformato in un incubo e, alla violenza verbale, fatta di ingiurie e minacce anche di morte, sono seguite le percosse, che le hanno cagionato lesioni spesso non denunciate e curate nell’ambito domestico.

Il marito aveva ripreso a bere bevande alcoliche quotidianamente, tanto da ubriacarsi e perdere ogni lucidità, pertanto, negli ultimi tempi, qualsiasi discussione, anche per futili motivi, culminava con una furia incontrollata che la donna, visto anche la sua invalidità, era costretta a subire, non riuscendo a fermarlo.

Temendo per la sua incolumità, la moglie ha iniziato a chiedere aiuto alle Forze dell’Ordine, che più volte, nell’ultimo mese, sono intervenute presso la residenza familiare, così da sedare le liti tra i due.

L’attività info-investigativa avviata a seguito degli interventi effettuati dagli operatori della Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Cosenza diretta dal Procuratore Capo Dr Mario Spagnuolo, ha consentito di accertare i reati contestati e di allontanare l’uomo dalla casa familiare, restituendo tranquillità alla donna, già fortemente provata per la sue condizioni di salute.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER