Da sindaci dell’Alto Tirreno cosentino “preoccupazione” per rogo bus Preite

Dopo l'incendio degli autobus della nota azienda di trasporti i primi cittadini si sono riuniti a Diamante per proporre al prefetto di Cosenza una riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza. Presto una iniziativa con la partecipazione del Procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri che coinvolge scuole e associazioni

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici su TELEGRAM e TWITTER

Si sono riuniti nella sala consiliare del Comune di Diamante i Sindaci dell’Alto Tirreno cosentino, uniti e numerosi nel dare una risposta al grave episodio dell’incendio di tre bus dell’Azienda Preite, ultimo di una serie di fatti altrettanto gravi verificatisi sul territorio.

Nel corso dell’incontro sono state espresse tutte le preoccupazioni dei primi cittadini e degli amministratori sulle diverse problematiche e sulla situazione dell’ordine pubblica nel comprensorio.

I sindaci hanno convenuto di rivolgere al Prefetto di Cosenza la richiesta di una riunione straordinaria del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza, da tenersi nell’occasione sul territorio del Tirreno cosentino al fine di dare un concreto e forte segnale ai cittadini del comprensorio.

Al contempo è avanzata la proposta di organizzare una grande iniziativa con la partecipazione del Procuratore Capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, coinvolgendo tutte le scuole, le associazioni e le componenti della società civile del territorio.

Un ulteriore e collettiva risposta contro il diffondersi dell’illegalità. Il dibattito tra i sindaci, questa mattina, ha comunque abbracciato diversi aspetti: la necessità di poter avere una presenza maggiore di Forze dell’Ordine a supporto dell’encomiabile lavoro svolto da quelle presenti, così come è emersa la necessità di un coordinamento territoriale tra le amministrazioni, e l’impellenza di dover operare sul piano culturale e della prevenzione, soprattutto nei confronti dei più giovani.

In particolare erano presenti all’incontro di questa mattina i sindaci di: Diamante, Ernesto Magorno; Scalea, Giacomo Perrotta; Cetraro, Ermanno Cennamo; Grisolia, Saverio Bellusci; Acquappesa, Francesco Tripicchio; Santa Maria del Cedro, Ugo Vetere; Belvedere Marittimo, Vincenzo Cascini; Tortora, Antonio Iorio; Praia a Mare, Antonino De Lorenzo; Aieta, Pasquale Defranco; Buonvicino, Angelina Barbieri; Sangineto, Michele Guardia; San Nicola Arcella, Eugenio Madeo. Vicesindaci: Giuseppe Pascale, Diamante; Antonio Campagna, Orsomarso; Annalisa Alfano, Scalea. I consiglieri comunali di Diamante, Ornella Perrone e Antonio Cauteruccio.