Olio di Calabria e prosecco, gemellaggio tra due eccellenze

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Un abbraccio virtuale identitario, istituzionale ed enogastronomico ma anche anche pregno di cultura e salute. E’ quello che sull’asse Calabria – Veneto sancisce il gemellaggio tra l’olio di Calabria Igp ed il prosecco Docg avvenuto nello scenario della storica “Locanda Condo” a Col San Martino, in provincia di Treviso.

Un abbinamento che unisce gusti e tradizioni nel nome di un “percorso” culinario che va avanti da anni. “Abbiamo voluto fare assaggiare il pesce della nostra terra e l’immancabile olio calabrese – ha detto il presidente del Consorzio Igp Olio di Calabria, Massimino Magliocchi a margine dell’evento – con il Prosecco Docg che ha valorizzato le pietanze e le degustazioni”.

“Puntiamo da sempre alla crescita dell’olio Igp di Calabria – ha aggiunto Magliocchi – coinvolgendo l’Italia. Non si tratta di singole iniziative o singoli episodi. L’Olio calabrese può abbracciare tutti i territori, tutti i palati, tutti i cittadini. Il nostro primario obiettivo è quello di fare conoscere le proprietà del prodotto, la qualità finalmente accertata e le mille sfaccettature legate alla bontà del vero oro di Calabria”.

Il tutto, secondo quanto espresso dai vertici del Consorzio, all’insegna della “competenza e dell’esperienza a sostegno della difesa e dello sviluppo delle nostre eccellenze e della nostra biodiversità. Bere bene e mangiare meglio, Nord e Sud, insieme”. (Ansa)