Lutto nel Foro di Cosenza. E’ morto l’avvocato Mimmo Dell’Omo

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)
L’avvocato Antimo (Mimmo) Dell’Omo

Lutto nel Foro di Cosenza. E’ morto oggi l’avvocato Antimo Dell’Omo, per tutti Mimmo. Aveva 64 anni. Apprezzato da tutti per il suo garbo “aristocratico”, Dell’Omo è stato un galantuomo che ha realizzato il suo sogno di vestire la toga in anni difficili, quando proveniente dalla Destra, non era facile studiare (prima al Liceo Classico Telesio negli anni della Contestazione studentesca, poi all’Università di Napoli) e al tempo stesso fare politica e battersi per le proprie idee.

Negli anni ’70 Mimmo Dell’Omo iniziò a militare nel Fronte della Gioventù, l’organizzazione giovanile del Movimento sociale italiano, esperienza che lo forgiò idealmente. Partecipò ai raduni giovanili del Fronte, come i campi Hobbit, che scolpirono le idee di intere generazioni. Con il Msi negli anni ’80 venne eletto consigliere circoscrizionale a Cosenza, mostrandosi battagliero oppositore quando le maggioranze erano formate dai partiti di sistema. Dopo la fondazione di Alleanza nazionale divenne dirigente del partito a Rende.

Numerose sono le testimonianze di cordoglio che giungono alla sua adorata famiglia e al Foro cosentino che perde uno dei suoi più autorevoli, nobili e seri professionisti. Cordoglio a cui Secondo Piano News si unisce. I funerali dell’avvocato Dell’Omo si svolgeranno domani alle ore 10 nella Chiesa San Carlo Borromeo di Rende.
Che la terra sia lieve!