Petilia Policastro frana e i soldi tardano. Sindaco vuole lasciare

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Amedeo NicolazziPETILIA POLICASTRO (CROTONE) – Appena pochi giorni fa ha dato vita alla nuova giunta “più giovane d’Italia”. Adesso il sindaco di Petilia Policastro, in provincia di Crotone, Amedeo Nicolazzi, minaccia le dimissioni per il paese che sta venendo giù a causa delle frane.

Il primo cittadino è determinato a lasciare l’incarico perché non ha ricevuto gli aiuti promessi per far fronte al risanamento idrogeologico del suo comune. Il territorio di Petilia Policastro è devastato da oltre 30 frane che hanno portato all’evacuazione di 100 persone dalle proprie abitazioni. Da un anno il Comune attende i finanziamenti, per 5 milioni di euro, per i progetti di risanamento idrogeologico.

Somma che non sarebbe comunque sufficiente ad un piano di risanamento organico. Tuttavia, sarebbe già qualcosa per avviare lavori di recupero e messa in sicurezza del territorio.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER