Omicidio Cirò, RIS: “Di Fuscaldo e Lettieri il DNA su scarponi e trapunta”

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Antonella Lettieri
La vittima, Antonella Lettieri

Si arricchisce il quadro indiziario a carico di Salvatore Fuscaldo, il presunto assassino di Antonella Lettieri, la commessa 42enne massacrata la sera dell’8 marzo nel suo appartamento di via Cilea, a Cirò Marina.

Dopo la convalida del fermo operato dai carabinieri di Crotone da parte del gip Michele Ciociola e il rigetto fresco di qualche ora da parte del tribunale della Libertà dell’istanza di scarcerazione presentata dal suo avvocato, Francesco Amodeo, giungono altri pesanti elementi.

Sul paio di scarponcini trovati dai militari in campagna nei giorni successivi all’omicidio, Il Ris di Messina ha scoperto tracce di DNA riconducibili a Fuscaldo, ma cosa più pesante vi sono tracce di sangue anche di Antonella Lettieri.

Il quadro per lui si complica ancora di più perché – altro colpo di scena – sulla trapuntina intrisa di sangue rinvenuta qualche giorno dopo il ritrovamento degli stivali il Reparto investigazioni scientifiche scoprirà che vi è il sangue di Antonella Lettieri. Probabilmente la trapunta è stata utilizzata dall’assassino per sbarazzarsi dell’arma del delitto, che ancora manca all’appello. SEGUE

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB