Rapinò giovani a Crotone, arrestato giovane gambiano

Carlomagno campagna Giulietta Aprile 2018

Questura di CrotoneLa Squadra mobile di Crotone ha arrestato Seriffo Ceesay, 21enne di nazionalità gambiana, già noto alle forze dell’ordine, perché ritenuto responsabile di una rapina avvenuta a settembre 2017 ai danni di una coppia di fidanzati nei pressi della villa comunale di Crotone. In quell’occasione, l’immigrato avrebbe minacciato i giovani con un paio di forbici, facendosi consegnare denaro e telefoni cellulari. Secondo quanto emerso allora, il giovane avrebbe tentato di violentare anche la donna.

La Squadra Volante subito intervenuta sul posto riusciva a fermare il giovane che, nell’immediatezza dei fatti, veniva riconosciuto dai due ragazzi come l’autore della rapina. Tuttavia, al momento del formale riconoscimento l’identità del sospetto non venne totalmente confermata e ciò portò, in un primo momento, a una sola denuncia nei confronti del 21enne.

A seguito di ulteriori indagini i poliziotti della Squadra mobile sono riusciti però ad accertare che Ceesay sarebbe il presunto rapinatore della villa. Lo confermerebbero testimonianze e le immagini di video sorveglianza. Pertanto è stato richiesto all’autorità giudiziaria l’emissione di un provvedimento di cattura. Richiesta accolta dal gip sulla scorta degli elementi raccolti. Le indagini sono state coordinate dalla locale procura.

Seriffo Ceesay
Seriffo Ceesay

Seriffo Ceesay è stato pertanto fermato dai poliziotti e portato nel carcere di Crotone a disposizione del magistrato. L’attività investigativa prosegue per accertare se l’arrestato abbia effettivamente tentato di violentare, com’era emerso in un primo tempo dalle indagini, la ragazza vittima della rapina.

Secondo il racconto fornito allora, il migrante avrebbe con le forbici minacciato la ragazza a seguirlo in una stradina poco illuminata dove poi si sarebbe slacciato i pantaloni per darsi alla fuga dopo la reazione del fidanzato.