Contributi Ue con truffa, sequestro a due imprenditori agricoli

Carlomagno campagna novembre 2018

Guardia di finanza Crotone 2Beni per oltre 500 mila euro sono stati sequestrati a due imprenditori della provincia di Crotone perché ritenuti responsabili di truffa aggravata per il conseguimento di indebite erogazioni pubbliche. Il sequestro, preventivo, emesso dal tribunale pitagorico, è stato operato dalla Guardia di Finanza di Crotone ad esito di indagini coordinate dalla locale Procura.

Si tratta di una complessa ed articolata attività di indagine economico finanziaria eseguita nei confronti dei due imprenditori agricoli della zona di Cutro, volta a verificare la legittimità delle percezioni di finanziamenti comunitari nel delicato settore della Politica Agricola Comune.

Le indagini dei finanzieri hanno permesso di accertare la presentazione di istanze di accesso ai contributi comunitari attraverso l’utilizzo di contratti di affitto intestati a soggetti risultati deceduti in epoca antecedente alla stipula di detti negozi giuridici, ovvero la produzione di falsi titoli di possesso.

Sequestrate disponibilità finanziarie, rinvenute presso vari istituti di credito sui conti correnti e depositi bancari intestati ai due imprenditori, per un importo di circa Euro 87.000, nonché beni immobili, di cui 2 Fabbricati e 4 terreni agricoli, per un valore complessivo di circa Euro 430.000.