Crotone, tenta di violentare e rapinare una donna: arrestato un pakistano

I poliziotti di Crotone lo hanno sorpreso ancora supino sopra una cittadina polacca che urlava aiuto. L'uomo, senza fissa dimora, è stato tradotto in carcere.

Carlomagno campagna novembre 2018

Tenta di violentare e rapinare una donna, arrestato un pakistanoTentata violenza sessuale e tentata rapina aggravata. Sono questi i reati contestati a un pakistano di 26 anni, a Crotone senza fissa dimora, che è stato arrestato dalla Polizia e condotto in carcere.

Nella notte, i poliziotti dopo una segnalazione, si sono recati in via Miscello da Ripe dove hanno subito notato l’immigrato prendere a calci e pugni una donna riversa a terra nel tentativo di prendergli la borsa.

In particolare, la donna, una cittadina polacca, ha riferito di essere stata afferrata con violenza dallo straniero il quale, nel contempo, le intimava di dargli i soldi (per la precisione le frasi pronunciate dall’individuo, per come dichiarato dalla vittima, sono state le seguenti “dammi la figa, dammi i soldi”).

Secondo quanto ricostruito, l’uomo strattonava la donna afferrandola dai capelli e dalle braccia, al fine di condurla all’interno di un’area non visibile dalla strada. I tentativi di usare violenza sessuale si ripetevano e la donna veniva immobilizzata e afferrata dalla gola, costretta a subire atti di palpeggiamento nelle parti più intime.

Fortunatamente sono arrivati i poliziotti della squadra volante che hanno bloccato l’extracomunitario in posizione supina sulla ragazza, ponendo fine alle violenze in atto.

Il soggetto è stato subito ammanettato, mentre la donna, in lacrime urlava che l’uomo voleva violentarla e rubargli la borsetta, come avrebbe confermato anche un testimone presente all’aggressione.

Subito trasportata, con ambulanza del 118, presso il locale ospedale, alla vittima sono state diagnosticate un trauma cranico minore non commutivo, trauma al gomito sinistro e contusioni multiple”, guaribile in sette giorni.