Stige, sciolti per mafia i comuni di Crucoli e Casabona

Su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, il Cdm ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali coinvolti nell'inchiesta della Dda

Carlomagno campagna ottobre 2018

Prefettura di CrotoneIl Consiglio dei Ministri, in esito ad approfonditi accertamenti dai quali sono emerse forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che espongono l’amministrazione a pressanti condizionamenti e ne compromettono il buon andamento, su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di Crucoli e di Casabona, entrambi in provincia di Crotone, a norma dell’articolo 143 del Testo unico degli enti locali.

L’accesso antimafia al Comune di Crucoli era stata disposto lo scorso mese di gennaio a  seguito dell’operazione Stige della Dda di Catanzaro nell’ambito della quale furono arrestati esponenti del consiglio comunale. A Casabona, nella stessa operazione, fu arrestato il vicesindaco.

Nell’inchiesta della dda catanzarese, erano emersi gli enormi interessi del Locale di ‘ndrangheta di Cirò, cosca Farao-Marincola, una delle più potenti della Calabria con ramificazioni anche nel Nord e Centro Italia (in particolare Emilia Romagna, Veneto, Lazio, Lombardia) e in Germania.