Fiaccolata a San Nicola dopo il duplice omicidio di padre e figlio

Circa duemila persone sono scese in strada nel crotonese per dire no alla violenza dopo che Francesco e Salvatore Raffa sono stati uccisi a fucilate.

Carlomagno campagna Jeep Renegade gen 19

Fiaccolata per duplice omicidio nel crotonese(ANSA) – SAN NICOLA DELL’ALTO (CROTONE), 26 DIC – Un silenzio irreale ha caratterizzato la fiaccolata organizzata a San Nicola dell’Alto per dire no alla violenza dopo il duplice omicidio del 23 dicembre scorso di Francesco e Saverio Raffa, padre e figlio, di 59 e 33 anni, uccisi a fucilate.

Un delitto efferato che ha sconvolto le comunità arbereshe di San Nicola dell’Alto, Pallagorio e Carfizzi alle quali erano legate le vittime per le attività imprenditoriali e la vita privata. I due erano molto conosciuti e per questo quasi 2000 persone dei tre paesi hanno sfilato per le strade di San Nicola con le fiaccole.

C’erano i tre sindaci, Francesco Scarpelli, Umberto Lorecchio, Carmine Maio e tantissimi ragazzi con le fiaccole usate di solito per la festa di San Michele Arcangelo al quale Saverio era devoto. Ad aprire il corteo un cartello con la scritta “La violenza non ci appartiene”. Intanto proseguono le indagini soprattutto sull’attività delle vittime. Numerose persone sono state interrogate per ricostruire i loro contatti.