Intimidazione per il sindaco di Roccabernarda: Molotov davanti casa

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
carabinieri lavoro dopo bottiglia incendiaria
Archivio/Ansa

Intimidazione ai danni del sindaco di Roccabernarda, Nicola Bilotta, eletto nel 2017 con la lista civica “RoccaNova”: persone non identificate hanno lasciato una bottiglia con liquido infiammabile e un accendino accanto alla porta d’ingresso della sua casa al mare, in località “Steccato” di Cutro.

A fare la scoperta è stato il personale di una ditta di vigilanza notturna, che ha avvertito i carabinieri. Dal 6 febbraio scorso nel Comune di Roccabernarda è in corso un accesso antimafia disposto dal Prefetto di Crotone su delega del ministro dell’Interno.

Negli ultimi mesi nel centro del Crotonese si sono verificati alcuni atti intimidatori. Nel gennaio scorso, tra l’altro, ignoti avevano incendiato l’automobile di proprietà dell’ex sindaco, Francesco Coco, attuale consigliere comunale di minoranza, maresciallo dei carabinieri in pensione.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER