Serie B, finisce in parità (2-2) tra Crotone e Lecce

Carlomagno campagna Fiat 500 aprile 2019

Crotone Lecce 2-2Termina in parità, 2-2, il posticipo della 29esima giornata della Serie B tra Crotone e Lecce giocata ieri sera all’Ezio Scida. Quarto risultato utile consecutivo per la squadra di mister Stroppa che parte benissimo e dopo il tiro di Rohden (3’) di poco alto, trova il vantaggio con un colpo di testa di Simy (6’), al quarto gol nelle ultime 4 gare, su perfetto invito dalla destra, di sinistro, di Firenze.

Al 9’ il Lecce approfitta della superiorità numerica per la momentanea uscita dal campo di Spolli e trova il pareggio con un colpo di testa di Tabanelli. Al 17’ sinistro di Falco che termina di poco alto, rispondono i pitagorici con Machach che al 20’ ci prova ben due volte trovando l’opposizione di Vigorito.

Quattro minuti più tardi Benali, lanciato a rete, viene fermato per sospetta posizione di fuorigioco, sul capovolgimento di fronte è Falco a chiamare Cordaz alla grande risposta in corner e sul calcio d’angolo arriva il sorpasso dei pugliesi con un altro colpo di testa, questa volta ad opera di Mancosu (26’). Gli squali provano a reagire ma il Lecce riesce a salvarsi come avviene a 6 minuti dal termine quando Venuti, rischiando l’autorete, manda in corner una insidiosa punizione di Barberis.

La ripresa si apre con Machach costretto ad uscire per infortunio dopo soli 5 minuti, in campo il giovane Kargbo. Cordaz salva la porta su La Mantia (54’) con un gran colpo di reni. Poco dopo Stroppa manda in campo Sampirisi per Tripaldelli spostando Firenze sulla sinistra.

Al 62’ con il cross rasoterra di Sampirisi mandato in corner da Venuti con Simy in agguato. Gli squali creano tanto e vanno vicini al pareggio anche con Rohden (72’) ma il suo colpo di testa va di poco alto.

Pareggio che arriva 7 minuti più tardi con Benali che si inserisce in area e deposita alle spalle di Vigorito su assist di Firenze, questa volta col piede destro dalla sinistra. Crotone che, dopo il pari, continua ad attaccare e a 5 dal termine ha una ghiotta occasione per andare sul 3-2: Kargbo va via sulla destra e mette al centro per Simy, Vigorito respinge con Kargbo che si avventa sulla ribattuta ma la difesa ospite si salva in tackle.

Sulla parata si fa male Vigorito ed è costretto ad abbandonare il campo, al suo posto Bleve. L’arbitro concede 6 minuti di recupero ma il risultato non cambia più.

Tabellino della partita

CROTONE: Cordaz; Golemic, Spolli, Curado; Firenze, Rohden (73’ Zanellato), Barberis, Benali, Tripaldelli (56’ Sampirisi); Machach (52’ Kargbo), Simy. A disp: Festa (GK), Figliuzzi (GK), Cuomo, Marchizza, Molina, Gomelt, Valietti, Mraz, Nanni. All. Stroppa

LECCE: Vigorito (87’ Bleve); Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione (68’ Marino), Tachtsidis, Tabanelli; Mancosu, Falco; La Mantia. A disp.: Bleve (GK), Milli (GK), Riccardi, Cosenza, Pierno, Arrigoni, Haye, Felici, Majer, Tumminello, Saraniti. All. Liverani

Arbitro: Piccinini di Forlì

Reti: 6’ Simy (C), 9’ Tabanelli (L), 26’ Mancosu (L), 79’ Benali (C)

Ammoniti: 21’ Rohden (C), 24’ Tachtsidis (L), 38’ Lucioni (L)