Carabiniere ucciso in Puglia, messaggi di vicinanza e fiori all’Arma

A Crotone, ma anche nel Vibonese, arriva la solidarietà ai militari da parte di cittadini e studenti per l'uccisione del maresciallo Di Gennaro

Carlomagno campagna Fiat 500 aprile 2019

omaggi floreali arma crotoneA seguito del vile assassinio del maresciallo maggiore dei Carabinieri Vincenzo Carlo Di Gennaro, avvenuto a Cagnano Varano (Foggia) lo scorso 13 aprile, sono stati numerosi gli attestati di stima all’Arma dei Carabinieri giunti dai cittadini della provincia crotonese al Comando Provinciale. Lo rende noto il Comandante Provinciale – tenente colonnello Alessandro Colella – che, con l’occasione, rivolge a tutti quei cittadini il sentito ringraziamento dei carabinieri che quotidianamente svolgono il proprio servizio in questa provincia

Si riporta su tutti il contenuto di due messaggi che hanno accompagnato omaggi floreali al comando provinciale pitagorico.

“A Voi, Numi Tutelari della Sicurezza Pubblica e della pace civile il ringraziamento di una cittadina crotonese (di origine pugliese).P.S. Voi, Eroi ogni giorno, persone generose ed indispensabili!”

“Sempre vicini alla benemerita Arma dei Carabinieri ed in particolare in questo difficile momento dell’uccisione del maresciallo Vincenzo Di Gennaro. Grazie a tutti Voi servitori della Nostra Amata Patria”.

Sono tanti gli attestati di vicinanza e solidarietà che stanno arrivando nei comandi italiani e calabresi dell’Arma dopo l’incredibile e folle fatto di sangue in Puglia.

I docenti e gli alunni della scuola media di San Nicola da Crissa, hanno donato oggi un piccolo presente ai militari della locale Stazione dei carabinieri in onore del maresciallo Di Gennaro. Il gesto, piccolo ma profondamente sentito, ha riempito d’orgoglio e commosso i carabinieri presenti.

Presente ai militari della Stazione in ricordo del Maresciallo Di Gennaro
Un messaggio per il maresciallo di Gennaro da studenti del Vibonese

I bambini hanno donato un cartellone a sfondo rosso, con l’immagine stilizzata di un carabiniere e la scritta “Onore al maresciallo v. Di Gennaro”. I bambini della III A hanno anche consegnato una lettera manoscritta, firmata da tutti gli studenti, recante la medesima frase che era stata scritta alcuni giorni fa nel bigliettino che accompagnava la rosa lasciata sul parabrezza di un’autovettura di servizio: “Un grazie a voi carabinieri per lo spirito di abnegazione e attaccamento ai doveri, garanzia di tutela per il cittadino, onore a voi tutti”. Un gesto piccolo, hanno detto i carabinieri, ma profondamente sentito.

Intanto oggi a San Severo si sono svolti i funerali solenni del maresciallo maggiore Di Gennaro, ucciso in servizio da un criminale. Messaggi di solidarietà arrivano anche al giovane carabiniere rimasto ferito nell’agguato.