Duplice omicidio Manfreda, presunto autore preso in Svizzera

Carlomagno Faro istituzionale
Pasquale Buonvicino, l’uomo arrestato in Svizzera per il duplice omicidio Manfreda

E’ stato arrestato in un hotel vicino Lugano (Svizzera), dalla Polizia Cantonale, in collaborazione con in Carabinieri di Crotone, Pasquale Buonvicino, 51 anni, ritenuto responsabile del duplice omicidio degli allevatori Rosario e Salvatore Manfreda, padre e figlio, misteriosamente scomparsi il giorno di Pasqua di quest’anno nel Crotonese.

L’uomo era sfuggito a un provvedimento di fermo emesso lo scorso 30 giugno dalla Procura della Repubblica di Crotone; decreto per cui erano già finiti in manette il figlio dell’odierno arrestato, Salvatore Emanuel Buonvicino e Pietro Lavigna.

A seguito della scomparsa dei due Manfreda dalla loro azienda ubicata in località Gesara di Mesoraca e risalente al 21 aprile 2019, le prime indagini portarono al rinvenimento della loro autovettura completamente distrutta dalle fiamme e di resti organici che facevano presumere la loro soppressione.

Nei giorni scorsi sono stati ritrovati in un dirupo nel territorio tra Mesoraca e Petilia Policastro due cadaveri in avanzato stato di decomposizione che si ritiene possano appartenere alle due vittime.

L’efferato delitto, probabilmente avvenuto a colpi di fucile, sarebbe maturato per futili motivi riconducibili a difficili rapporti di vicinato in relazione a dei terreni contesi. Pasquale Buonvicino sarà trattenuto in territorio elvetico in attesa di estradizione. Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Crotone. Oltre al duplice omicidio, all’uomo è contestato il porto illegale di armi e occultamento di cadaveri.