Spacciavano droga in scuole vicino il quartiere rom di Crotone, 13 arresti

57 gli indagati. L'indagine, in codice "Acquamala", coordinata dalla DDA, colpisce un’associazione operante nel quartiere Rom di Crotone denominato “Acquabona”

Carlomagno campagna Jeep Cherokee Novembre 2019

Tredici persone sono state arrestate dai carabinieri di Crotone perché considerate membri di una banda che spacciava droga anche nei pressi di scuole e con il coinvolgimento di minori.

Il provvedimento è stato emesso dal giudice del tribunale di Catanzaro su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia guidata da Nicola Gratteri. In tutto sono 57 indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti con attività di spaccio.

A 10 indagati sarà applicata la custodia in carcere, altri 3 saranno sottoposti agli arresti domiciliari, 5 saranno sottoposti all’obbligo di dimora nel comune di residenza e, nei confronti dei restanti indagati, saranno eseguiti 39 decreti di perquisizione domiciliare.

L’indagine, convenzionalmente denominata “Acquamala”, colpisce un’associazione criminale operante nel quartiere Rom di Crotone denominato “Acquabona”.

Le investigazioni hanno consentito di ricostruire gli assetti organizzativi della compagine criminale, documentati anche attraverso il sequestro di un “libro mastro” in cui erano minuziosamente annotati i rapporti di credito-debito dell’organizzazione con i fornitori e con gli acquirenti delle sostanze stupefacenti.

Gli investigatori dell’Arma hanno documentato il traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti (cocaina, eroina, marijuana e hashish), e di accertare i canali di approvvigionamento dello stupefacente della famiglia Manetta, operante nel citato quartiere Rom di Crotone, attraverso i rapporti affaristico criminali con la famiglia Abbruzzese, operante nella città di Catanzaro; con la famiglia Mannolo, operante a Cutro e comuni limitrofi; con la famiglia Scerbo/Tarasi, operante a Isola di Capo Rizzuto e le famiglie Raso/Luccisano, la cui area di influenza è Rizziconi (Reggio), nella piana di Gioia Tauro.

Nel corso delle indagini sono state arrestate in flagranza 10 persone, di cui un minorenne, che spacciavano, oltre che nel quartiere “Acquabona”, anche all’esterno delle scuole secondarie adiacenti il citato quartiere.

Sequestrati 330 grammi di cocaina; 1,3 kg di hashish; 215 grammi di marijuana; 23 gr di eroina; poi una una pistola cal. 7,65; una pistola cal. 9 x 21; una pistola mitragliatrice del tipo MP 1940 Maschinenpistole.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che sarà tenuta in mattinata presso il Comando Provinciale Carabinieri di Crotone alla presenza del Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri.