Regionali, De Micheli (Pd): “Callipo rappresenta il riscatto di questa terra”


Paola De Micheli e Pippo Callipo (di spalle con sciarpa rossa) durante un incontro elettorale

«Date un futuro alla Calabria. Con una persona speciale come Pippo Callipo, l’impossibile può diventare possibile. Per la sua vita, per come fa l’imprenditore, per come le persone lavorano con lui e lui lavora con le persone, rappresenta la storia migliore di questa terra». È quanto ha detto ieri in Calabria Paola De Micheli, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, dove ha partecipato a diversi incontri pubblici (a Catanzaro, Crotone e Corigliano Rossano) al fianco del candidato alla Presidenza della Regione.

«Callipo – ha detto ancora De Micheli – è un interlocutore credibile perché conosce i problemi della gente e sa come risolverli. Per storia personale incarna la possibilità di riscatto di questa terra. E la storia cambia perché noi scegliamo di cambiarla senza lasciare che siano gli altri a decidere per noi. Le infrastrutture sono uno strumento importantissimo per combattere le diseguaglianze, ma lo strumento più importante è la matita nell’urna elettorale, e i calabresi hanno l’opportunità di votare per la legalità e per la libertà».

Di «credibilità da riacquistare» ha parlato lo stesso Callipo, che ha avuto parole di apprezzamento per la concretezza e la vicinanza alla Calabria dimostrata dalla ministra. «Il 26 gennaio – ha aggiunto Callipo – dobbiamo scegliere tra fare la rivoluzione o conservare lo status quo. Abbiate fiducia, non è vero che non cambia mai niente, bisogna fare una scelta di libertà e andare a votare per decidere il nostro destino».

La ministra De Micheli ha annunciato che aprirà «personalmente» a marzo il cantiere del megalotto della Statale 106 jonica e ha elencato una serie di impegni concreti che il governo ha assunto per le infrastrutture calabresi: l’assegnazione di 42 milioni per le strade provinciali; il finanziamento dell’alta capacità per 3 miliardi di euro Reggio Calabria-Salerno; l’attivazione di due nuovi treni Reggio-Venezia e Reggio-Roma con materiale rotabile ETR 600; il miglioramento della qualità del servizio ferroviario a sostegno dell’intermodalità del porto di Gioia Tauro; investimenti per due lotti da 28 milioni di euro per la Trasversale delle Serre e da 611 milioni per lo svincolo di Cosenza sull’A2. È in corso, infine, la negoziazione con l’Unione Europea per far partire, entro aprile 2020, lo strumento della continuità territoriale per gli aeroporti di Crotone e Reggio.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb