Barcone in fiamme a largo di Crotone, morti tre migranti

L'incendio sarebbe avvenuto a causa dell'esplosione del serbatoio di carburante. Ci sono 5 feriti, di cui due gravi. Feriti pure alcuni finanzieri.

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Tre migranti sono morti e alcuni sono rimasti feriti a bordo di un barcone andato in fiamme a causa dello scoppio del serbatoio del carburante. La tragedia è avvenuta al largo della costa di Crotone durante le operazioni di trasbordo su una motovedetta di soccorso. Ci sarebbe un disperso. La Prefettura di Crotone ha fatto sapere che i morti sono una donna e due uomini.

A bordo del barcone, sempre secondo la Prefettura, viaggiavano in tutto 21 migranti. Altri 13 erano sbarcati nella notte a Sellia Marina, dove il barcone era stato intercettato da una motovedetta della Guardia di finanza che aveva iniziato a scortarla verso il porto di Crotone.

Oltre alle vittime, ci sono cinque feriti. Due di loro hanno riportato gravi ustioni e trasferiti in elisoccorso all’ospedale di Catanzaro. Feriti anche due militari della Guardia di finanza che stavano operando l’attività di soccorso.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB