Serie A, il Crotone ingaggia Andrea Rispoli e Luca Cigarini

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Il Crotone per la prossima stagione di Serie A ha ingaggiato altri due calciatori, il terzino Andrea Rispoli e il centrocampista Luca Cigarini. Entrambi hanno firmato un contratto biennale alla presenza del presidente Gianni Vrenna.

Andrea Rispoli è stato acquisito a titolo definitivo dall’Unione Sportiva Lecce. Nato a Cava de’ Tirreni, il 29 settembre 1988 (32 anni), il giocatore vanta ben 332 presenze tra Serie A e B condite anche da 25 reti. “Aggressività, determinazione e corsa – scrive il Crotone Fc – sono tra i punti di forza di Rispoli che agisce sulla fascia destra: un altro calciatore d’esperienza e di qualità si aggiunge così alla corte di mister Stroppa”.

Luca Cigarini, 34 anni, porterà tanta esperienza nella squadra di Stroppa vantando 348 presenze in Serie A (18 reti) e 12 presenze e 2 gol nelle competizioni europee, 21 con l’Under 21 ed ha disputato anche i Giochi Olimpici del 2008. A partire dal suo esordio in Serie A nel 2005/06, Cigarini è il quarto centrocampista italiano con più presenze nel massimo torneo, dietro solo a Daniele De Rossi, Antonio Candreva e Davide Biondini.

Cigarini è cresciuto nelle giovanili del Parma. Nella sua carriera ha giocato con Sambenedettese, Parma, Atalanta, Napoli, Siviglia, ancora Atalanta, Sampdoria e infine, dal 2017, Cagliari. Il calciatore è già a disposizione di Stroppa nel ritiro di Trepidò.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER