Ballottaggi, Falcomatà e Voce eletti sindaci di Reggio Calabria e Crotone

Al doppio turno negli altri quattro centri calabresi il Centrodestra perde a Castrovillari (sindaco è il dem Lo Polito) e vince a San Giovanni in Fiore con Rosaria Succurro, mentre la Lega con Roy Biasi conquista in solitudine Taurianova. A Cirò Marina vince il civico Ferrari

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Giuseppe Falcomatà, del Pd sostenuto dal centrosinistra, è il nuovo sindaco di Reggio Calabria. Falcomatà è stato eletto al turno di ballottaggio con il 58,36% pari a 44.069 voti. Non c’è l’ha dunque fatta Antonino Minicuci, espressione della Lega sostenuto dal centrodestra, a scalzare il sindaco uscente. Minicuci, a scrutinio terminato, ha ottenuto il 41,64%, pari a 31.438 voti.

Grande sorpresa a Crotone dove il nuovo sindaco della città è Vincenzo Voce, candidato civico che si è imposto con il 63,95% (16.434 voti). Lo sfidante del Centrodestra Antonio Manica, arrivato in testa al primo turno, si è fermato al 36,05 percento, pari a 9.265 preferenze.

Reggio Calabria e Crotone erano gli unici capoluoghi di provincia calabresi a rinnovare sindaci e consigli comunali.

Affluenza in nettissimo calo al ballottaggio. Tra domenica e lunedì a Reggio Calabria ha votato il 52,29% degli elettori, quando al primo turno i votanti sfiorarono il 67%, quando però si votò anche per il referendum costituzionale. Ancora più marcata la differenza a Crotone dove solo il 52,10% degli aventi diritto si sono recati alle urne. Il 20 e 21 settembre l’affluenza è stata quasi 68%.

Al ballottaggio negli altri quattro centri calabresi il centrodestra perde a Castrovillari e vince a San Giovanni in Fiore, mentre la Lega conquista in solitudine Taurianova. A Cirò Marina vince il civismo.

A Castrovillari riconferma per Domenico Mimmo Lo Polito, sindaco per la terza volta, che con il 52,72% (5.807 preferenze) ha sconfitto il rivale Giancarlo Lamensa, del centrodestra, il quale ha ottenuto il 47,28%, pari a 5.208 voti. Lamensa, arrivato primo quindici giorni fa, ha perso per seicento voti.

Successo a San Giovanni in Fiore per Rosaria Succurro, forzista sostenuta dal centrodestra, che diventa sindaco del centro silano battendo Antonio Barile con il 54,06%, pari a 4.814 voti. Barile, ex sindaco della città ed ex di Forza Italia, ha ottenuto con una sola lista 4.091 preferenze pari al 45,94%.

A Taurianova il nuovo sindaco è Roy Biasi, della Lega, che ha ottenuto 59,18% dei voti, pari a 4.137 preferenze. Biasi batte Fabio Scionti, dem sostenuto dal centrosinistra che si è fermato al 40,82%, percentuale pari a 2.854 preferenze. A Taurianova Fratelli d’Italia e Forza Italia e alcune civiche avevano presentato un altro candidato, Daniele Prestileo, che al primo turno ha ottenuto il 22,96%.

A Cirò Marina il nuovo sindaco è Sergio Ferrari, espressione di tre liste civiche. Ferrari ha ottenuto la poltrona di primo cittadino con il 56,52%, pari a 3.744 preferenze. Lo sfidante Giuseppe Dell’Aquila, anch’egli sostenuto da civiche, si è fermato al 43,48 percento, pari a 2.880 voti.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB