Verso Cagliari-Crotone, Stroppa: “Dare continuità alle prestazioni”

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB
Mister Giovanni Stroppa

Il Crotone si appresta a concludere il periodo di isolamento dopo la scoperta di un giocatore positivo e per questo il tecnico Giovanni Stroppa, alla vigilia della sfida esterna contro il Cagliari, ha svolto una conferenza stampa online dal luogo del ritiro.

“Questo isolamento è trascorso in modo sereno – dice Stroppa – e gli allenamenti sono proseguiti come nelle altre settimane. Sicuramente è stato un ritiro in positivo che ci è servito per poterci conoscere meglio visto che la squadra si è completata da qualche settimana”.

L’allenatore – che torna ad avere disponibili il centrocampista Benali e l’attaccante Riviére reduci da infortuni – sottolinea la necessità di dare continuità alle prestazioni: “Siamo a inizio torneo. Con la Juve abbiamo fatto una prestazione importante ed è stato importante fare punti. Contro il Cagliari dobbiamo dare continuità a quella prestazione vista con la Juventus e fare meglio in alcune situazioni nelle quali non siamo stati bravi”. Stroppa fa capire che non si saranno cambiamenti nella formazione nonostante il Crotone già mercoledì debba tornare in campo per la Coppa Italia contro la Spal: “Non ci sono titolari o riserve, si guarda a chi sta meglio. Non c’è una formazione ideale: io guardo lo stato di forma dei ragazzi per mettere in campo i più pronti”.

“Per quanto riguarda gli impegni ravvicinati ci penseremo. Adesso abbiamo il Cagliari da affrontare”. Si giocherà a mezzogiorno e per Stroppa l’orario è ininfluente: “In ottica gara cambia poco a che ora si gioca. Dovremmo solo anticipare il pranzo. Poi se si considera che con il ritorno all’orario solare si avviciniamo all’orario più tradizionale delle gare non penso che ci saranno stravolgimenti”.

Cagliari, Di Francesco spera in prima vittoria contro il Crotone
Cagliari prova a conquistare la Sardegna Arena. Dopo tre partite esterne con una vittoria, una sconfitta e un pareggio e un esordio senza punti in casa con la Lazio, la squadra di Eusebio Di Francesco ha una chance chiamata Crotone.

“Squadra aggressiva e coraggiosa – avverte però il mister nella conferenza stampa della vigilia – che nel turno precedente ha messo in difficoltà la Juventus”. Il tecnico potrebbe recuperare in extremis Godin, tornato nel gruppo solo ieri.

“Oggi si è allenato – ha detto Di Francesco – e ha dato risposte positive. Valuteremo insieme sul suo impiego”. La formazione iniziale – ha anticipato il tecnico – non dovrebbe discostarsi molto da quella di Torino: “vorrei dare alla squadra una certa continuità”. L’allenatore sottolinea anche un altro concetto, quello di equilibrio: “Fondamentale lavorare di squadra, dai due centrali di difesa passando per i due mediani: stiamo crescendo ma possiamo ancora migliorare”.

Altro obiettivo: prendere meno gol. “Ci stiamo lavorando moltissimo, per essere competitivi bisogna migliorare e abbassare il numero dei gol al passivo. Prima mi contestavano di voler fare un gol in più degli altri, di essere zemaniano: ora è più di moda il gioco di attacco. Ma ci tengo al concetto di difendere bene. Col Sassuolo siano andati in Europa con una buona fase difensiva”.

Attenzione anche ai gol subiti nei primi minuti: “Dopo dieci minuti – scherza Di Francesco – sarò più tranquillo. Può succedere, ma quando la cosa si ripete allora è giusto capire quello che sta succedendo e alzare il livello di attenzione e approccio nei primi minuti”.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB