Armi, droga e resistenza, 2 arresti e due denunce nel Crotonese


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

E’ di due arresti e due denunce per droga, armi e resistenza il bilancio di un’operazione dei carabinieri a Petilia Policastro. I militari della locale compagnia, insieme ai cacciatori di Calabria e un cane antidroga nel corso di controlli hanno arrestato padre e figlio di 53 e 22 anni, del posto. Sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi e munizioni, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari, dopo aver perquisito l’abitazione e altri luoghi di sua proprietà, hanno rinvenuto e sequestrato 142 grammi di cocaina; 20 grammi di marijuana; quattro bilancini di precisione; varie munizioni e un fucile che era stato rubato nel nord Italia nel 2012, nonché una somma di denaro contante di circa 3.650 euro in quanto ritenuto provento dell’attività di spaccio di stupefacenti.

Durante le fasi dell’arresto, l’uomo ha tentato di darsi alla fuga ma, dopo un breve inseguimento a piedi, è stato bloccato dai carabinieri. Anche per il figlio, intervenuto al fine di ostacolare i militari e far guadagnare la fuga al padre, sono scattate le manette per resistenza a pubblico ufficiale.

Nella circostanza, è stata denunciata all’autorità giudiziaria anche la moglie 47enne per resistenza ed un altro suo congiunto, poiché, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso di 5 grammi di cocaina, 20 grammi di marijuana, 2 confezioni di mannitolo e materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente.

Dopo le formalità di rito, il 53enne è stato associato presso la casa circondariale di Crotone, mentre il figlio 22enne è stato posto agli arresti domiciliari come disposto dal pm di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER