Omicidio Tersigni, condannati tutti gli imputati

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

Sono stati tutti condannati gli imputati per l’omicidio di Giovanni Tersigni avvenuto nella serata del 7 settembre 2019 nel centro storico di Crotone.

Il gup distrettuale di Catanzaro, Matteo Ferrante, a due anni esatti dall’agguato – maturato nell’ambito di contrasti sulle zone di spaccio di droga a Crotone – ha emesso la sentenza.

Francesco Oliverio, accusato di essere il mandante dell’agguato ed oggi collaboratore di giustizia, è stato condannato a 18 anni, 9 mesi e dieci giorni di reclusione, una pena più pesante di quella che era stata chiesta dal pm Pasquale Festa, 10 anni.

Venti anni di reclusione sono stati inflitti a Cosimo Berlingieri, di Catanzaro, ritenuto l’esecutore materiale dell’omicidio. Pena pesante anche per Paolo Cusato (che avrebbe nascosto la pistola lanciandola su un tetto di un edificio del centro storico).

Il gup ha anche condannato a 14 anni, 1 mese e 10 giorni Giuseppe Passalacqua; a 9 anni, 5 mesi e 10 giorni Cosimo Damiano Passalacqua (che avrebbero fatto da palo durante l’agguato); a 12 anni, 6 mesi e 20 giorni Dimitrov Dimitar Todorov che aveva accompagnato Berlingieri da Catanzaro a Crotone.

Il gup ha condannato gli imputati al risarcimento della parte civile, rappresentata dall’avvocato Nuccio Barbuto, ed ha liquidato una provvisionale di 100 mila euro.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM