Aveva in casa due pistole, arrestato


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

finanza

Deteneva illegalmente due pistole, di cui una clandestina, e 188 proiettili. Un sessantacinquenne è stato arrestato a Belvedere Spinello dai finanzieri del Comando provinciale di Crotone con l’accusa di detenzione abusiva di armi, detenzione di arma clandestina e ricettazione.

A seguito di attività di indagini, i finanzieri hanno individuato, in uno stabile della cittadina del crotonese, un probabile luogo utilizzato per nascondere armi e materiale esplodente. Durante la perquisizione che ha riguardato tutto l’edificio anche con l’utilizzo di metal detector, il proprietario dell’immobile è stato trovato in possesso delle armi entrambe munite di caricatore rifornito, in ottimo stato di conservazione e pronte all’uso. L’arma clandestina aveva anche la canna alterata e modificata.

Gli accertamenti eseguiti nell’immediatezza sulle banche dati hanno consentito di appurare che una delle due armi sequestrate era stata rubata nel 2019 in un’abitazione di Maranello (Modena). Tutto il materiale sequestrato sarà sottoposto ad accertamenti balistici e per verificarne l’eventuale utilizzo in attività criminali.

Nel corso della stessa operazione, i finanzieri hanno proceduto al ritiro amministrativo cautelativo delle armi detenute da un altro occupante dello stabile: sei fucili, di cui uno a pompa, altre tre pistole e relativo munizionamento.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM