Nuovo sbarco a Crotone, 79 migranti arrivano in porto, fermati due scafisti


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM
veliero sbarco crotone
archivio

Nella mattinata di oggi, presso il Porto di Crotone è approdata un’altra imbarcazione a vela con a bordo 79 migranti, dopo essere stata intercettata e scortata da una motovedetta della Guardia di Finanza.

Dopo i primi rilievi è stato possibile conoscere la provenienza di questi ultimi, tra cui la presenza di alcune donne e diversi minori non accompagnati.

I migranti, di nazionalità afgana, iraniana ed irachena sono stati visitati dal medico e successivamente accompagnati presso il locale Regional Hub.

Sul posto è intervenuto il Funzionario di turno in Questura unitamente a personale dell’Ufficio Immigrazione, personale della Polizia Scientifica, della Croce Rossa Italiana, dei Vigili del Fuoco, nonché Medico dell’Asp, tutti muniti di sistemi di protezione individuale.

I finanzieri, dopo avere preso il controllo dell’imbarcazione, hanno identificato e fermato due uomini di nazionalità ucraina accusati di essere stati gli scafisti che avrebbero gestito il viaggio dei migranti, protrattosi per quattro giorni, da un porto della Turchia fino in Calabria.

I presunti scafisti, per evitare di essere individuati, avevano tentato di confondersi con i migranti, ma sono stati ugualmente individuati e bloccati.

Dall’inizio del 2021 ci sono stati 118 arrivi di imbarcazioni con migranti sulle coste calabresi, di cui 50 hanno riguardato il crotonese. La Guardia di finanza, nel corso della varie operazioni di soccorso che sono state effettuate, ha arrestato 123 scafisti, 54 dei quali a Crotone, e sequestrato 46 barche utilizzate per il trasporto dei migranti, di cui 31 nel Crotonese.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER