Gioia Tauro. Non si fermano all'Alt: 2 arresti dopo inseguimento

Carlomagno Alfa Romeo Giulia giugno 2018

Gioia Tauro. Non si fermano all'Alt: 2 arresti dopo inseguimentoViolano il regime della sorveglianza speciale e non si fermano ad un posto di blocco, mettendo in atto un pericoloso inseguimento. Due uomini di Gioia Tauro, Marco Amato, di 41 anni e Damiano Bevilacqua, di 27 anni, sono stati arrestati da uomini dei carabinieri e della polizia di Stato di Gioia Tauro.

I due, pregiudicati e già sottoposti a misure giudiziarie, lo scorso lunedì sono saliti a bordo di una Fiat Punto per farsi forse un giro in città, ma quando hanno trovato i militari dell’Arma che gli hanno imposto l’Alt, non si sono fermati e si sono dati ad una fuga rocambolesca innescando un inseguimento ad alta velocità per diversi chilometri per le vie del centro cittadino.

Una volta raggiunti in via Zungri, a seguito di “manovre di accerchiamento” operate con numerose pattuglie dell’Arma e della Polizia, fatte convergere sul luogo, Bevilacqua, spiegano gli investigatori, ha tentato un’ulteriore fuga a piedi ma veniva bloccato dopo circa 500 metri.

All’esito delle verifiche Amato, risultava senza patente a bordo di un’autovettura di proprietà di un’altra persona e sprovvista dell’assicurazione obbligatoria e di revisione, mentre la successiva perquisizione veicolare e personale, effettuata dai militari operanti, consentiva di rinvenire, a bordo del veicolo, diversi grimaldelli ed attrezzi da scasso.